MI RICORDO (2020)

“Là dove noi non siamo, si sta bene. Nel passato non ci siamo più, ed esso ci appare bellissimo.”

Anton Čechov
 

Mi ricordo è uno spettacolo che racconta una generazione, quella dei millennials, attraverso ricordi di memorie personali e collettive. In scena tre attrici/performer e tre scatoloni dai quali verranno tirati fuori vecchi ricordi che faranno nascere racconti di esperienze vissute: l’11 settembre, la guerra in Iraq, il crack della Lehman Brother, la morte di Lady Diana, il Grande fratello e le esperienze televisive degli anni 90 e 2000. Alla memoria di un ricordo collettivo, è sempre legata, in maniera inscindibile, una esperienza privata, a volte traumatica, che ci ha reso, nel bene e nel male, quello che siamo oggi, come generazione, ma anche come singole persone. Sarà un’indagine indirizzata alla ricostruzione di una memoria personale e collettiva che ci porterà, forse, a conoscere meglio la nostra condizione; ad analizzare le nostre insicurezze, le nostre ansie e le nostre paure, per cercare di capire se hanno una matrice comune. Cosa ci rende parte della stessa comunità? In cosa siamo diversi dalle generazioni precedenti e da quelle successive? Come ci relazioniamo con il futuro?

Produzione Barbe à Papa Teatro, Teatro Libero di Palermo.

 

Vincitore del bando "Per un Teatro necessario" - Teatro Libero di Palermo 2020

Realizzato in collaborazione con Spazio Marceau e G273 Produzioni

IL CORO DI BABELE (2019)

“Nel centro di Babele c’è una fontana con una scritta: quando un uomo è stanco di Babele, è stanco della vita, perché a Babele c’è tutto ciò che la vita può offrire”

Il coro di Babele è il racconto di tante voci che tessono un’unica storia. Cinque racconti di altrettanti migranti che viaggiano nei voli low cost. È un canto melanconico e nostalgico, ma anche divertente e irriverente. È la storia di chi vive a Babele, la città simbolo di tutte le migrazioni. La storia di chi lascia una casa per cercarne un’altra. In questo migrare di corpi e di anime le storie si intrecciano e si confondono, come le lingue, gli amori, i drammi, le gioie, la malinconia, la voglia di conoscere, il desiderio di tornare.
Il coro di Babele è il primo lavoro di Barbe à Papa Teatro, compagnia nata nel 2018 e formata da Chiara Buzzone, Federica D’Amore, Totò Galati, Roberta Giordano, Pierre Jacquemin e Claudio Zappalà.


Realizzato con il contributo di Residenza artisti nei territori “Hotspot – Stato d’emergenza”, Reggio Calabria, Mibact, Regione Calabria

Vincitore del bando Residenza Bellandi 2019

Vincitore al Milano Off Fringe Festival 2019

Selezione Crash Test Festival 2019 – Collisioni di teatro contemporaneo


Menzione speciale al Premio nazionale giovani realtà del teatro 2018 – Civica Accademia d'Arte Drammatica "Nico Pepe", Udine

Trailer - Il coro di Babele